• 3Cel Srl - P.za Piemonte e Lombardo, 13 - 91025 Marsala (TP) ITALY

Supervisione e Telecontrollo Impianti online

Consulta il ns. sistema online di Supervisione e Telecontrollo Impianti cliccando su avvia.

 

Tramite il sistema di Supervisione e Telecontrollo 3Cel vi sarà possibile analizzare i dettagli dei vostri impianti, tenendo sotto controllo la produzione, confrontando i dati con i periodi precedenti di produzione e controllare lo stato di salute delle vostre stringhe.

 Prova la demo

 Scarica il manuale utente

*inserisci le credenziali del riquadro
Leggi

PSR Sicilia: contributi fino al 70% per il sostegno delle aziende agricole

SOTTOMISURA 4.1 del PSR Sicilia 2014/2020 – DISPOSIZIONI ATTUATIVE

Con decreto dirigenziale n. 6470 del 24.10.2016 sono state approvate le Disposizioni attuative parte specifica della Sottomisura 4.1 Sostegno a investimenti nelle aziende agricole. Il Decreto e le disposizioni sono stati trasmessi alla Corte dei Conti per il preventivo visto di legittimità.

Potranno partecipare al bando gli agricoltori, persone fisiche e giuridiche (imprenditore individuale, società agricola di persone, capitali o cooperativa), le  associazioni di agricoltori e reti di imprese di agricoltori le cui iniziative progettuali  riguardino interventi in aziende agricole ubicate nell’intero territorio della Regione.

 

La  dotazione  finanziaria  pubblica  della  sottomisura  4.1  per  l’intero  periodo  di  programmazione  è  pari  ad  €  424.000.000  di  spesa  pubblica. Il bando finanzia diversi interventi:

– acquisizione, costruzione e/o miglioramento di beni  immobili al servizio dell’attività di produzione,  di  allevamento,  di  lavorazione,  di  trasformazione  e   di  commercializzazione  dei  prodotti  e  per  ricovero macchine ed attrezzature;

– acquisto  terreni  agricoli,  ammissibile  a  contributo  nei  limiti  del  10%  della  spesa  totale  ammissibile  e  liquidabile  dell’operazione considerata.

– acquisto,  costruzione  e/o  miglioramento  di  fabbricati.

– viabilità  ed  elettrificazione  aziendale.

– realizzazione e/o riattamento di locali idonei per il personale dipendente dell’azienda, ove necessari, di dimensioni non superiori a mq. 45;

– realizzazione  di nuovi  impianti di  colture  poliennali  (permanenza  minima  5  anni),  nonché  la  ristrutturazione e la riconversione colturale e varietale di colture poliennali;

– interventi  di  miglioramento  fondiario  (idraulico-agrarie)  quali  spianamenti,  spietramenti,  canali  di  scolo, terrazzamenti, recinzioni, ecc;

– costruzione  e  riattamento  di  serre  e/o  serre-tunnel   e/o  tensio-strutture  per  la  coltivazione  e  la  produzione  di  prodotti  orto-frutticoli  e  florovivaistici.

– realizzazione  e/o  riattamento  e/o  potenziamento  del le strutture aziendali  destinate  all’allevamento  e  al  miglioramento  delle  condizioni  di  igiene  e  benessere  degli  animali

– acquisto di macchine ed attrezzature agricole nuove  per le operazioni colturali e di raccolta (trattrici, macchinari e attrezzature per la lavorazione del terreno,  per l’effettuazione di altre operazioni colturali e di raccolta,  nonché  per  la  movimentazione  e  trasporto  dei  prodotti  e  de i  mezzi  tecnici  aziendali.  Non  sono ammessi  autoveicoli  (camion,  furgoni, ecc.)  o  mezzi  di trasporto  ad eccezione  dei  mezzi  agricoli  e  degli  autoveicoli  specializzati.  Sono  ammissibili  solo  macchine  e  attrezzature  di  tecnologia  superiore   di  quella utilizzata prima dal beneficiario in termini  di produttività e/o di risparmio energetico e/o di  effetto  sull’ambiente e/o di sicurezza (gli aspetti miglior ativi devono essere descritti nella relazione tecni ca/piano  aziendale).

– acquisto  di  macchinari/impianti/attrezzature  nuove  per  lo  stoccaggio,  conservazione,  lavorazione,  trasformazione,  confezionamento  e  commercializzazione di prodotti,compresa  l’impiantistica  elettrica, idraulica,  termosanitaria  e  simili  a  corredo  dei  fabbricati  ad  uso  agricolo,  compresi  quelli  per  la  lavorazione,  trasformazione  e  commercializzazione,  in  cui  questi  sono  installati. realizzazione  di  strutture  e  dotazioni  per  la  logis tica  aziendale;  in  particolare  investimenti  per  la  concentrazione, lo stoccaggio, la conservazione, il  condizionamento (catena del freddo), l’imballaggio , la  movimentazione  interna  dei  prodotti,  compresi  i  pro grammi  informatici  specifici  (hardware  e  software)  per la gestione delle predette fasi;

– realizzazione  di  impianti  per  la  produzione  di  energia  da  fonti  rinnovabili – punti  vendita  aziendali  e  connesse  sale  di  degustazione,  ad  eccezione  di  quelli  da  realizzare  nell’ambito delle imprese vitivinicole, nel caso in  cui la finanziabilità delle stesse sia prevista ne ll’ambito  della relativa OCM; acquisto  e  posa  in  opera  di  materiale  ed  attrezzatu re  necessarie  per  prevenire  i  danni  da  fauna  selvatica;

– acquisto  di  attrezzature  informatiche  e  telematiche   finalizzate  alla  gestione  aziendale,  all’accesso  a servizi  telematici,  al  commercio  elettronico,  nonch é  acquisto  di  arredi  per uffici  limitatamente  alle postazioni di lavoro (scrivania, sedia, cassettiera, armadio per archivio);

– realizzazione  di  opere  idriche  aziendali  ed  interaziendali  collettive,  che  possono  riguardare  invasi,  opere  di  captazione,  adduzione  e  distribuzione,  imp ianti  ed  attrezzature,  sistemi  per  il  controllo  ed  il  risparmio  idrico,

– investimenti  immateriali  connessi  ad  investimenti  materiali, come  ricerche  e  studi  di  mercato,  brevetti,  licenze

– spese  generali,  che  possono  essere  ammesse  a  contributo  sino  alla  percentuale  massima  del  12%  dell’importo dei lavori.

Il livello contributivo a fondo perduto in conto capitale è pari al 50% del costo dell’investimento ammissibile. Previsto inoltre un contributo pari al 70% per i seguenti casi: 1.investimenti realizzati  da  giovani  agricoltori   che  si sono  già  insediati durante i cinque  anni  precedenti la domanda  di  sostegno; 2.investimenti collettivi e progetti integrati che si  realizzano a sostegno di più di una misura; 3.investimenti localizzati in zone montane, zone soggette a vincoli naturali significativi diverse dall e zone  montane e zone soggette ad altri vincoli specifici 4.interventi sovvenzionati nell’ambito del PEI in materia di produttività e sostenibilità in agricoltura PSR Sicilia 2014/2020

La  dimensione  finanziaria  massima  dell’investimento complessivo  ammesso  a  finanziamento  per  ciascuna  iniziativa  nell’ambito  della presente  sottomisura  per  il  periodo di  programmazione  2014-2020 non potrà eccedere  3.000.000,00 € per  gli investimenti riguardanti la fase produttiva e 5.000.000 euro nel caso di  investimenti di filiera.

Chiamaci all’800 32 35 38 per ulteriori informazione o scarica gli allegati.

 

 

Allegati:
Scarica questo file (DDG_6470_2016.pdf)D.D.G. n. 6470 del 24.10.2016 [D.D.G. n. 6470 del 24.10.2016] 25 Kb
Scarica questo file (sottomis_4_1_disposizioni_attuative.pdf)Dispos. attuative sottomisura 4.1 [Dispos. attuative sottomisura 4.1] 226 Kb
Leggi

Sottomisura 4.2 del PSR: pubblicate le disposizioni attuative

SOTTOMISURA 4.2 – DISPOSIZIONI ATTUATIVE – Con decreto dirigenziale n. 6567 del 28.10.2016 sono state approvate le Disposizioni attuative parte specifica della Sottomisura 4.2 Sostegno a investimenti a favore della trasformazione/commercializzazione e/o dello sviluppo dei prodotti agricoli. Il Decreto e le disposizioni sono stati trasmessi alla Corte dei Conti per il preventivo visto di legittimità.

I soggetti beneficiari degli interventi sono gli agricoltori singoli o associati, le persone fisiche o giuridiche, le PMI e grandi imprese che svolgono attività di lavorazione, trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli.

L’intervento previsto dalla sottomisura 4.2 mira alla ristrutturazione ed all’ammodernamento del sistema produttivo aziendale e agroalimentare, orientato al miglioramento del rendimento economico delle attività e al riposizionamento delle imprese sui mercati. Tale obiettivo è perseguito attraverso la realizzazione di investimenti volti allo sviluppo di nuovi prodotti, processi e tecnologie, al miglioramento della qualità, alla prevenzione degli impatti negativi delle attività economiche sulle risorse naturali con particolare riguardo al risparmio idrico ed energetico e alla sostenibilità ambientale. Per rafforzare il tessuto agroalimentare, saranno sostenuti interventi nelle fasi della lavorazione, trasformazione e commercializzazione, favorendo anche la realizzazione di nuovi prodotti/processi e l’introduzione di nuove tecnologie. In particolare si intende favorire il processo di ristrutturazione e ammodernamento degli impianti, al fine di migliorare il rendimento globale delle imprese, anche con l’abbattimento dei costi di produzione.

Il sostegno è concesso per le seguenti categorie di investimenti materiali ed immateriali:
a) la costruzione e/o miglioramento delle strutture al servizio della lavorazione, trasformazione e commercializzazione delle produzioni;
b) investimenti per il risparmio energetico e per la produzione di energia da fonti rinnovabili (impianti fotovoltaici, solari e mini-eolici, impianti di energia prodotta da biomassa di scarto) utilizzata esclusivamente per l’autoconsumo.
c) gli investimenti per la logistica aziendale, ed in particolare per la razionalizzazione della catena del freddo con interventi innovativi a livello di stoccaggio, lavorazione;
d) gli investimenti produttivi finalizzati alla tutela e al miglioramento dell’ambiente;
e) gli investimenti per il miglioramento delle condizioni di igiene e benessere degli animali nella fase di macellazione;
f) gli investimenti finalizzati alla realizzazione di nuovi prodotti/processi e alla introduzione di nuove tecnologie e di sistemi di qualità, tracciabilità e gestione ambientale;
g) investimenti finalizzati alla riduzione dell’impatto ambientale con particolare riguardo al recupero dei sottoprodotti e allo smaltimento dei rifiuti;
h) investimenti finalizzati all’introduzione o al potenziamento delle produzioni della III, IV e V gamma;
i) l’acquisizione di hardware e software finalizzati all’adozione di tecnologie dell’informazione e comunicazione e al commercio elettronico, nonché primo accesso e allacciamento alla rete;
j) l’acquisto di terreni per la realizzazione dei fabbricati, per un costo non superiore al 10% delle spese di investimento;
k) l’acquisizione di immobili con obbligo di interventi sostanziali al servizio della lavorazione, trasformazione e commercializzazione delle produzioni, limitato al 30% del valore complessivo del progetto;
l) spese generali, collegate alle spese di cui alle lettere di cui sopra, quali onorari di professionisti e/o consulenti abilitati, studi di fattibilità.

Il sostegno sarà erogato sotto forma di contributi in conto capitale e/o attraverso gli strumenti finanziari attivati e l’ammontare del sostegno è pari al 50% del costo della spesa ammissibile.

Chiamaci all’800 32 35 38 per ulteriori informazione o scarica gli allegati.

 

Allegati:
Scarica questo file (Decreto approvazione 4 2.pdf)Decreto approvazione 4.2 [ ] 23 Kb
Scarica questo file (Misura 4_2 - Disposizioni Attuative Specifiche.pdf)Disposizioni attuative 4.2 [ ] 249 Kb
Leggi

PSR Sicilia: 70 milioni di euro per lo sviluppo dell’agroalimentare siciliano

Sono 70.000.000,00 di euro le risorse che andranno a sostenere gli investimenti a favore dell’agroalimentare siciliano. E’ questa la dotazione finanziaria della sottomisura 4.2 “Sostegno a investimenti a favore della trasformazione/commercializzazione e/o dello sviluppo dei prodotti agricoli”, pubblicata nell’ambito del Programma di Sviluppo Rurale della Regione Sicilia – PSR Sicilia 2014/20.

Ristrutturazione e ammodernamento del sistema produttivo aziendale e agroalimentare, gli obiettivi principali della sottomisura per migliorare il rendimento economico delle attività e mirare ad un riposizionamento delle imprese sui mercati.
Si potranno dunque realizzare investimenti volti allo sviluppo di nuovi prodotti, processi e tecnologie, così da migliorarne la qualità, e prevenire gli impatti negativi delle attività economiche sulle risorse naturali con particolare riguardo al risparmio idrico ed energetico e alla sostenibilità ambientale. E poi ancora, migliorare la competitività dei produttori primari integrandoli meglio nella filiera agroalimentare attraverso i regimi di qualità, dando un valore aggiunto ai prodotti agricoli per promuoverli nei mercati locali.

Qui di seguito è possibile scaricare il bando e le disposizioni attuative.

Allegati:

Bando Sottomisura 4.2

Disposizioni attuative sottomisura 4.2

Leggi

3Cel diventa rivenditore autorizzato di Tesla Powerwall

3CEL è stata selezionata e certificata dalla nota azienda californiana come partner per la rivendita del prodotto Tesla Powerwall, un dispositivo così innovativo che ha inaugurato una vera rivoluzione nel mercato internazionale.

Una delle principali funzioni di Powerwall è quella di consentire all’ utente di gestire al meglio le risorse energetiche prodotte dal proprio impianto fotovoltaico.La batteria accumula l’elettricità prodotta dal proprio impianto durante le ore giornaliere per poi consentire all’ utente di utilizzarla nelle ore serali.

Questo scenario permette di aumentare la resa e il beneficio da parte dell’utente del proprio impianto fotovoltaico coprendo, tramite l’energia prodotta nelle ore di massimo irraggiamento, la richiesta di fornitura di energia delle ore serali.

Per saperne di più, vieni a trovarci in P.zza Piemonte e Lombardo n. 13 a Marsala oppure chiamaci ora all’800 32 35 38.

Leggi

Ciao mondo!

Benvenuto in 3Cel. Questo è il tuo primo articolo. Modificalo o eliminalo, e inizia a creare il tuo blog!

Leggi